Categorie
Attività fisica

Cosa sono serie e ripetizioni in un programma di allenamento?

Le “serie” e le “ripetizioni” insieme rappresentano il quantitativo di lavoro che andrete a svolgere, cioè quante volte dovrete eseguire quel determinato lavoro o esercizio. Molte volte ad esempio vi sarà stato suggerito di effettuare 3 serie da 10 ripetizioni ovvero “3 x 10”, questo indica che dovrete svolgere lo stesso esercizio in tre fasi intervallate da fasi di recupero, e per ogni serie dovrete compiere il movimento 10 volte. Le “ripetizioni” identificano anche il tipo di lavoro, infatti se cambiamo il numero di ripetizioni lo stimolo che il muscolo riceve sarà differente. Potremmo fare serie da 4, 6, 8, 10, 12, 15, 20 ripetizioni e così via, ma cosa cambia? Per permettervi di comprendere facilmente lo stimolo che potrete determinare ai vostri muscoli nel momento in cui aumentate o diminuite il numero di ripetizioni, prenderemo come riferimento le “dieci” ripetizioni e le consideriamo come un valore di scala intermedio. Identificheremo pertanto le 10 ripetizioni come il numero ideale per determinare uno stimolo muscolare efficace ad aumentare (mediamente), il vostro livello di forza massima ed aumento della massa muscolare. Se utilizzerete un numero di ripetizioni inferiore alle 10, quindi 8, 6, 4 fino ad una singola ripetizione, stimolerete i vostri muscoli ad aumentare il livello di forza massima, cioè allenerete i muscoli a sostenere o spostare un carico di lavoro più pensante. Mentre se aumenterete il numero di ripetizioni a 12, 15, 20, indurrete i vostri muscoli ad un lavoro di maggiore resistenza, il corpo sarà indotto a resistere alla gestione di un carico per maggior tempo, il carico che potrete utilizzare però sarà più leggero rispetto alla situazione precedente. Aumentare il numero di ripetizioni è correlato anche al carico di lavoro che utilizzerete, infatti ad esempio se state utilizzando nel lavoro con 3 x 10 un carico equivalente a 40kg, e volete aumentare le ripetizioni a 20, presupponendo che il carico che state utilizzando sia quello corretto, ovviamente non riuscireste a compiere le venti ripetizioni. Pertanto per rendere efficace il tipo di lavoro che state svolgendo bisogna che prendiate in considerazione di utilizzare un carico corretto in base al numero di ripetizioni, al tipo di lavoro o esercizio che dovrete svolgere. Per eventuali dubbi non esitate a contattarmi e sarà mio piacere delucidarvi meglio sull’argomento. Se ritieni utile queste informazioni, condividile con i tuoi amici nel tuo social network preferito! Buon allenamento e BellaVita!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *